Comunicato stampa

 

 

Brutto infortunio per Marco Cellini domenica 3 Maggio alla Gran fondo San Pellegrino (PG); per il giovane atleta di Frosinone sospetta lesione al legamento crociato del ginocchio sinistro con ematoma interno, ma soltanto la risonanza magnetica chiarira’ l’entita’ del danno.

 

“Sono scivolato su una grata nascosta dall’erba nel centro del paese, una vera trappola dove solo davanti a me una persona ha travolto la fotografa ed un’altra si e’ recisa il tendine del mignolo; mi chiedo cosa sia possibile mettere cosi’ a rischio l’incolumita’ dei corridori, da denuncia!

Subito dopo la caduta pedalo per pochi minuti ma ben presto giro e vado verso la macchina, ma a piedi e con una gamba sola. Mio fratello Alessio mi accompagna al vicino ospedale di Branca dove mi rimandano al giorno dopo perche lo specialista non c’era ed erano impazienti per l‘imminente pausa pranzo, allora ci rechiamo all’ospedale Silvestrini di Perugia, dove finalmente trovo gente competente che mi soccorre e soprattutto mi da’degli antidolorifici!

 

I tempi sono piuttosto lunghi, pertanto si dovrebbe chiudere qui la sua stagione 2009, inizata comunque con il piede sbagliato:

"Durante l‘inverno mi alleno bene e con il mio preparatore riesco ad arrivare a gennaio con un buon 5,2w/kg in soglia, il 4,5% di grasso ed una grande motivazione. Il primo ostacolo: la Mononucleosi.

Ho sentito nel giro di poco tempo un calo di condizione mostruoso in bici e mi pesava fare qualsiasi cosa, decisi  cosi’ di riposare e curarmi. Dopo circa un mese, sentito il medico, riprendo ad allenarmi ma nella prima settimana del nuovo programma mi rompo un dito e metto 5 punti sulla nuca dopo una caduta. E cosi altri 25 giorni di riposo attivo. Guarito nuovamente riprendo gli allenamenti seri, e’un programma impegnativo di circa 23 ore settimanali con alcune doppie sedute, SFR e tanto fondo, grazie a questo riesco in 4 settimane ad avere una condizione decente per poter riprendere le gare e crescere gradualmente. Prima gara Gualdo Tadino. Basta!

Che dire, a volte la sfortuna si accanisce ed in questi casi insistere è spesso controproducente.

 

Ringrazio la mia squadra, Il team Eurobici Orvieto, che non mi ha mai messo pressione, mio fratello Alessio e tutti i miei amici che mi stanno vicino. Sono consapevole che ci vorrà del tempo per ritornare in forma, ma non vedo l’ora di ricominciare e questo è un buon segno.. “

 

 

 

 

Annunci

Pubblicato il 7 maggio 2009 su Senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: